Progetti

Por Lazio

Secu-Sign

Progetto di riconversione e riqualificazione del Sistema Industriale di Rieti “Secure Signature – Secu-Sign”

L’obiettivo del progetto Secu-Sign è fornire servizi di digitalizzazione, autenticazione e immagazzinamento dei documenti attraverso l’ausilio di software e tecnologie innovative presenti sul mercato e sviluppando applicativi condivisi, declinati secondo i tipici paradigmi del Cloud Computing. Le tecnologie che Secu-Sign offre e intende sviluppare nel Sistema Locale del Lavoro di Rieti, mirano ad apportare miglioramenti al processo produttivo locale fornendo un supporto alla digitalizzazione dei processi delle imprese conferendo un rafforzamento competitivo a livello nazionale e internazionale ed una più generale innovazione ai processi amministrativi e produttivi. 
Tra le tecnologie innovative che si vogliono offrire agli stakeholders del territorio di riferimento vi è il sistema della firma Grafometrica, una particolare modalità di firma elettronica, ad alto contenuto innovativo.

Il sistema è stato studiato per gestire in digitale quei documenti che oggi prevedono un passaggio cartaceo per l’apposizione di firme autografe perseguendo un’ottica paperless. Il valore legale è conferito dalle ultime modifiche al Codice dell’Amministrazione Digitale, permette di estendere la anche nei casi in cui sia richiesta una firma ad un cittadino non provvisto di strumenti per la Firma Digitale. I campi di applicazione più promettenti sono quelli dei contratti bancari, assicurativi, finanziari, credito al consumo, utilities; perfezionamento ordinativi tramite tablet; documenti clinici quali consenso informato, privacy. La tecnologia impiegata permette di raggiungere un elevato livello qualitativo, vista la capacità di considerare numerosi aspetti distintivi della firma manoscritta: ritmo, velocità, pressione, accelerazione, movimento e misura l’attività fisica della firma.Secu-Sign ha intenzione di ricercare e sviluppare nel suo piano di investimento un’infrastruttura di Cloud computing altamente innovativo, il quale prevede la creazione di un ambiente di condivisione virtuale, in grado di mettere in relazione fra loro imprese, pubblica amministrazione ed altri enti per l’istantanea condivisione di documentazione digitalizzata e archiviata con procedure di firma qualificata dei documenti stessi tramite smart card sia di firma Grafometrica.

Riteniamo che tale servizio presenti un forte carattere innovativo, in grado di mettere in rete svarianti soggetti di un territorio, abbattendo in maniera consistente le tempistiche e costi per l’invio di documentazione amministrativa, finanziaria e contabile e fornendo uno strumento facilmente configurabile alle esigenze di ogni singolo utente, dando un valore aggiunto nel contesto operativo ambientale e di essere modello di sviluppo per altre aree del paese.

POR FESR 2014-2020

GRAFOWARE Medical records

Progetto di digitalizzazione delle cartelle cliniche

Il progetto “GRAFOWARE Medical records” riguarda la digitalizzazione delle cartelle cliniche, conformemente al GDPR, e la loro conservazione a norma.  Prevede lo sviluppo di una piattaforma dedicata in grado di salvare e gestire le cartelle cliniche dei vari ospedali e ambulatori in un modo più efficiente rispetto al metodo attuale ed obsoleto. Un’evoluzione della cartella clinica tradizionale per una Sanità più efficiente.

La digitalizzazione delle cartelle cliniche si inserisce in percorso di evoluzione verso l’adozione di strumenti e processi molto più sicuri e, soprattutto, efficienti.

Eliminare la documentazione cartacea a favore di quella elettronica porta un innegabile valore aggiunto facilitando, ad esempio, operazioni di backup e di condivisione delle informazioni.

Dotarsi di un software in grado di gestire in modo digitale la creazione e la conservazione delle cartelle cliniche è, di certo, il primo passo per risparmiare in termini di costi e di tempistiche, e per garantire la maggiore sicurezza dei dati sensibili dei propri pazienti. La piattaforma diventerà uno strumento agile e pratico per lo staff medico e tecnico, ma anche per i pazienti. Non è solo il documento in sé ad essere “digitalizzato”, ma l’interno processo di creazione e gestione delle cartelle.

Il progetto prevede l’utilizzo di un software, “un archivio virtuale” e non fisico, nel rispetto della privacy del paziente e mantenendo lo stesso valore probatorio della cartella cartacea. In questo modo i dati sanitari dei pazienti sono più al sicuro, infatti, la scelta di utilizzare la digitalizzazione delle cartelle è strettamente legata alla sicurezza dei dati sanitari personali dei pazienti.